Lume a Marzo – Trek e Cena attorno al fuoco

€30 a persona

Sabato 2 Marzo rivivremo l’antica tradizione romagnola del “Lom a Merz”

lom a merz tradizione romagnola trekking scomfort zone

 

Sono dei falò rituali accesi in alcune zone rurali della Romagna negli ultimi tre giorni di febbraio e nei primi tre di marzo.

 

Una tradizione antichissima e pagana che combina folklore, agricoltura e un pizzico di magia.

 

Sabato 2 Marzo la nostra Zona di Scomfort passa dai “Lumi di Marzo”, cosa fai..ci entri dentro insieme a noi?

 

Percorreremo i campi e i crinali che si affacciano sulla Valle del Rabbi, tra antiche torri medievali e chiese abbandonate. 

Rientreremo accompagnati dalla luce del tramonto.

Al termine dell’escursione, saremo ospitati da una famiglia contadina del posto per ascoltare i racconti di una volta intorno al fuoco, gustando vino e polenta.

Un modo di rievocare vecchie tradizioni, un modo attuale di connettersi tra viandanti proprio come un tempo.

 

Info tecniche:
Lunghezza: 10 km
Dislivello: circa 400 metri
Durata: 4 ore (soste escluse)

Difficoltà: E* Media (Alla portata di chiunque abbia un minimo di allenamento e sia abituato a camminare)

 

Quando: Sabato 2 Marzo 2024

Ritrovo: ore 14 a San Zeno (FC)
Al momento dell’iscrizione riceverai la posizione GPS del punto di ritrovo

 

Quota: 30€ (Comprende il servizio di Guida Ambientale Escursionistica e il lume di marzo con cena contadina)

Cena Contadina: Polenta con tre condimenti (ragù, fagioli o formaggi), ciambella, acqua e vino.

 

Conclusione indicativa prevista: ore 19:30

GUIDA: Maria Sofia Celli – Guida Ambientale Escursionistica
AIGAE, tessera ER991, regolarmente iscritta e assicurata.
Direzione Tecnica: Quo Vado Viaggi Travelbuy – Ravenna
  • Destinazione
  • Ora di Ritrovo
    14:00
  • Conclusione prevista alle
    19:30
  • Cosa portare
    Leggi la sezione EQUIPAGGIAMENTO dedicata
Per partecipare ad una escursione ti consiglio di seguire questo equipaggiamento:
  • Indumenti: Io non consiglio mai di coprirsi troppo. E' meglio avere un equipaggiamento a strati, con indumenti di cotone o tecnici e tenere alla portata maglie e giacche più grosse all'occorrenza.
 
  • Giacca: La giacca è importante che sia adatta ad andare a basse temperature, consiglio che non sia troppo ingombrante per facilitarti i movimenti e sia impermeabile (altrimenti procurati un k-way, utile anche contro il vento)
 
  • Pantaloni: I pantaloni consiglio che siano comodi e impermeabili. In estate prediligo i pantaloni lunghi con la possibilità di staccare la parte inferiore e farli diventare corti.
 
  • Berretta, guanti e sciarpa: Assolutamente consigliatissimo di averle con sè, che siano calde e coprenti.
 
  • Scarpe: Consiglio scarpe che siano comode e impermeabili. E' molto importante che abbiano un buon "carro armato" nella suola, ti permetteranno di camminare con più leggerezza.
 
  • Zaino: Non è necessario che sia grande, ma sufficiente a tenere degli indumenti nel caso facesse caldo, snack e qualcosa di caldo, una torcia frontale per le escursioni al tramonto o in notturna.
 
  • Bacchette: Molto utili per coordinare il movimento del corpo ed evitare che il peso si carichi su schiena e ginocchia. Della serie "una volta che le provi difficilmente ne farai più a meno!".
 
  • Da mangiare: Porta con te acqua in una borraccia (no plastica!) da almeno 1 lt, snack tipo noci, nocciole, ecc e/o frutta, una tazza per condividere qualcosa di caldo.
 
  • Ricambio: E' buona norma tenere in macchina un ricambio di vestiti e scarpe pulite da mettersi a fine escursione.