Viaggio di volontariato in Etiopia 2019

Lo sapete già che oltre alla Colombia organizzo esperienze di viaggio in Etiopia. È un modo per conoscere l’Africa attraverso la sua millenaria cultura e la sua gente. Attraverso questi viaggi poi abbiamo già contribuito alla realizzazione di un pozzo di acqua potabile.

Per avere informazioni compila questo form.

Quest anno c’è una novità.

Ho conosciuto un signore italiano attraverso un contatto su Internet, di nome Paolo, che vive ad Addis Abeba, la capitale dell’Etiopia. È sposato con una donna etiope dalla quale ha avuto quattro figli, mentre un altro lo hanno adottato.

Gli ho chiesto se per caso non avessero il televisore in casa, ma ha risposto che ce l’hanno!

Mi frulla un’idea per la testa.

Paolo collabora con dei preti cattolici indiani che hanno una missione in un piccolo villaggio a oltre 200 km da Addis Abeba. Con il tempo hanno creato una bella casa dove accogliere persone in stanze private, c’è un asilo e una scuola, tutto gestito con molta cura ed essenzialità.

É per questo che vorrei andare in Etiopia di persona, per conoscere il progetto e per capire se le buone sensazioni che trasmette Paolo verranno confermate. Chissà se la mia idea possa trovare seguito.

Vuoi venire con me?

Dal 25 ottobre al 3 novembre (parlandone potremmo leggermente spostare le date). Dopo aver visitato Addis Abeba andremo nella missione dove daremo una piccola mano nelle cose che ci saranno da fare.

Non è un viaggio organizzato, ma la visita di un progetto e di tante realtà nelle vicinanze. Faremo volontariato ed esperienze local in zone autentiche e poco toccate dal turismo.

Sicuramente giocheremo con i bambini dell’asilo e delle scuole. Dall’Italia sono arrivati 300 alberi che devono essere piantati e chi più ne ha più ne metta..vi accorgerete che in Africa anche un piccolo gesto può essere prezioso. Visitando il sito di Paolo Volontariato in Etiopia potrai leggere le impressioni di chi è già stato.

Oltre ai giorni dentro al progetto ci sarà occasione di fare dei bellissimi tour.

Si, perché voglio capire se la proposta turistica della zona possa essere estendibile a più persone.

Andremo con una guida ambientale a vedere ippopotami, zebre, gazzelle. Incontreremo una comunità indigena, non mancheranno le tradizionali cerimonie del caffè, faremo una camminata dentro un vulcano estinto ora sede di una bellissima laguna. Insomma, una vera e propria esperienza local.

Sto cercando 3 persone interessate a condividere con me questa esperienza di viaggio e volontariato in Etiopia.

Ognuno sarà responsabile per se stesso/a. Io sono disponibile a occuparmi dell’organizzazione e di tutte le info necessarie.

Per saperne di più contattami a info@scomfortzone.com e mettiamoci in contatto.

Viaggiare local in Etiopia, fare (e farsi) del bene, cosa volere di più?

Rispondi